Ecco il Pogba bis al fantacalcio: le idee di Allegri, i rigori e il ritorno da top verso l’asta

Cari lettori di Calcio di Rigore ecco un nuovo articolo del nostro Football blog. Oggi vi parleremo di questa notizia: Ecco il Pogba bis al fantacalcio: le idee di Allegri, i rigori e il ritorno da top verso l’asta relativa alla sezione news.

Buona lettura con gli articoli del nostro portale sportivo.

Ecco il Pogba bis al fantacalcio: le idee di Allegri, i rigori e il ritorno da top verso l’asta

Paul Pogba tornerà al fantacalcio. E sempre alla Juventus. Anche questa volta, ironia del destino, a parametro zero dopo la scadenza del contratto con il Manchester United. Pogback, dieci anni dopo la prima volta.

Paul Pogba è stato un top al fantacalcio, per lui quattro anni in Serie A. Nel primo era una sorpresa, arrivato molto giovane e a parametro zero si è subito messo in mostra segnando 5 gol (senza assist). Un low cost da urlo al fantacalcio, una scommessa vinta ed esplosa il 20 ottobre 2012 con il gol al Napoli. Da lì in poi tre aste da top player a centrocampo. Rispettando le aspettative. Nel 2013-14 ben 7 gol e 6 assist, ha quasi raddoppiato i minuti in Serie A e si è preso definitivamente la Juve. Ha giocato meno l’anno dopo, solo 26 partite, causa infortuni. Ma comunque 8 gol e 2 assist. Nel 2015-16, prima dell’addio, la stagione migliore: 8 gol e 10 assist, sempre titolare. Così ha lasciato il fantacalcio, lasciando splendidi ricordi.

In Inghilterra le cose non sono andate al meglio, non c’è stata l’esplosione definitiva di Pogba. Anzi, al Manchester United ha avuto diversi problemi, trovando anche una squadra che ha fatto fatica in parecchie stagioni. Tanto che la sua avventura è finita a parametro zero, l’ultima è stata una delle stagioni peggiori con infortuni e scarsa titolarità. Nelle ultime tre stagioni ha avuto alti e bassi, l’annata migliore è stata nel 2018-19 con 13 gol e 9 assist. Il vero Pogba si è visto solo a tratti. Meglio con la nazionale francese, con cui ha vinto ha un Mondiale. Allo United hanno pesato anche gli infortuni, nell’ultima stagione ad esempio è stato out oltre 100 giorni per problemi fisici.

Dove giocherà Pogba nella Juventus? Ne ha parlato così La Gazzetta dello Sport: “La collocazione naturale è quella in cui Allegri lo utilizzava già qualche anno fa: mezzala sinistra. Da lì può partire con tanto campo davanti e la possibilità di allargarsi per trovare spazi nella metà campo avversaria. Da lì può far partire progressioni che lo portino vicino all’area di rigore avversaria, e quindi al tiro. Da lì può far valere i suoi centimetri, i suoi “tentacoli” e la sua corsa anche in fase di copertura. Nonostante nei progetti di inizio estate la soluzione tattica sembri chiara e ben definita intorno al 4-3-3, esiste anche un’opzione che prevede un centrocampo a due, con due ali sugli esterni. Pogba gioca da anni in un reparto così con la Francia di Deschamps, mostrando di gradire e saper interpretare la collocazione”. L’alternativa è vederlo davanti alla difesa, ma non è il suo ruolo migliore. Per il fantacalcio meglio se fa la mezzala in un 4-3-3, con licenza di inserirsi. Ma abbiamo visto Allegri cambiare spesso a centrocampo.

Pogba è un rigorista, anche se non è un vero specialista e non è infallibile. Il suo bilancio è di 13 segnati e 5 sbagliati in carriera. I primi tre, tutti realizzati, li aveva segnati da giovanissimo con le nazionali francesi. In Serie A ne aveva calciati due: uno segnato e uno sbagliato. Gli altri quattro errori sono arrivati con il Manchester United (uno contro Rui Patricio, il suo ultimo calciato nel 2019). Nove quelli segnati con i Red Devils. Tra il 2016 e il 2019. Pogba anche alla Juve sarà uno dei rigoristi, anche se la prima scelta a meno di sorprese sarà Vlahovic. Senza più Dybala, dovrebbe essere Dusan il primo con Pogba secondo. Il francese si candiderà, poi c’è sempre Bonucci che quest’anno ne ha calciati. Si vedrà ovviamente a fine mercato quali saranno i rigoristi finali.

I fantallenatori aspettavano da tempo il ritorno di Pogba. Ora è realtà. Lo avevano lasciato come top, tornerà come top. Abbiamo fatto un’analisi generale ripercorrendo anche la sua carriera, mentre è ancora presto per parlare nel dettaglio del prezzo da spendere all’asta. Bisognerà vedere la situazione complessiva dei centrocampisti top. Ad ora è sicuramente tra i più pagati, anche se Milinkovic-Savic potrebbe essere di poco sopra. Dipenderà anche dal fattore tifo e hype, che per Pogba potrebbe essere da non sottovalutare diventando il principale ostacolo tra voi e Paul al fantacalcio. Sarà molto richiesto, difficile prenderlo. Servirà sicuramente una spesa da top, quello che è stato in Italia e che potrà tornare a essere. Molto passerà anche da Allegri, sia per il ruolo che per come sarà la sua Juve (non entusiasmante l’anno scorso in termini di fanta). E qualche rigore potrebbe anche aiutare…

Sperando che la notizia: Ecco il Pogba bis al fantacalcio: le idee di Allegri, i rigori e il ritorno da top verso l’asta, sia stata di vostro gradimento, restiamo in attesa di un vostro commento tramite l’apposita sezione. Per maggiori informazioni o potenziali collaborazioni con il blog non dovete far altro che scrivere alla pagina contatti.

Alla prossima.

Fonte

Autore: Guglielmo Cannavale

Informativa

Il sito www.calciodirigore.com utilizza cookie tecnici e di terze parti per ottimizzare la navigazione e i servizi offerti, cliccando il pulsante accetta acconsenti all’utilizzo dei cookie. i cookie pubblicitari sono utilizzati per la personalizzazione degli annunci. Cliccando su “Accetta”, si acconsente all’uso di TUTTI i cookie presenti. Per informazioni sui cookie utilizzati in questo sito visita la nostra pagina cookie policy. Per informazioni in merito alla politica di privacy utilizzata da questo sito, visita la pagina privacy policy.

 

Il sito www.tiktokpills.com utilizza i cookie per fornire al visitatore l’esperienza più pertinente e funzionale possibile, ricordando le preferenze e le visite ripetute nel tempo. I cookie pubblicitari sono utilizzati per la personalizzazione degli annunci. Cliccando su “Accetta”, si acconsente all’uso di TUTTI i cookie. Tuttavia è possibile visitare le Impostazioni dei cookie per fornire un consenso controllato.