Pioli: “Rispondo così su Dybala, Ziyech e De Ketelaere! Origi, Adli, Pobega, Leao, Ibra, Kjaer…”

Cari lettori di Calcio di Rigore ecco un nuovo articolo del nostro Football blog. Oggi vi parleremo di questa notizia: Pioli: “Rispondo così su Dybala, Ziyech e De Ketelaere! Origi, Adli, Pobega, Leao, Ibra, Kjaer…” relativa alla sezione news.

Buona lettura con gli articoli del nostro portale sportivo.

Pioli: “Rispondo così su Dybala, Ziyech e De Ketelaere! Origi, Adli, Pobega, Leao, Ibra, Kjaer…”

Il Milan riparte, dopo la vittoria dell’ultimo Scudetto. La nuova stagione parte con la conferenza stampa di Stefano Pioli, che ha parlato nel primo giorno di raduno. Ritrova la squadra e parla anche di mercato.
GRUPPO – “È stato uno dei nostri segreti. La nostra forza è aver creduto sempre in tutti i giocatori. Dovremo metterci sempre in discussione per continuare a crescere. Nessuno dei miei giocatori ha raggiunto il massimo del suo potenziale, quindi possiamo e dobbiamo ancora crescere”.
MERCATO – “Come migliorarsi? Inserendo giocatori di qualità e funzionali al nostro gioco. Noi dobbiamo trovare soluzioni giuste da mettere al posto giusto, partendo dal fatto che abbiamo ancora margini di miglioramento. L’anno scorso abbiamo motivato i nostri avversari, ma noi siamo il Milan e vogliamo lottare per vincere”.
POBEGA – “È rientrato Pobega, che ha fatto un campionato eccezionale. Lo ritengo un giocatore forte, ci può dare fisicità in alcune partite. Lui come il Tonali dell’anno scorso? Me lo auguro. È molto interessante, ha delle belle caratteristiche e può fare bene con noi”.
ADLI – “Adli è un ragazzo molto, molto interessante, è arrivato ora. Tecnicamente è valido, bravo a smarcarsi e nel giocare avanti, in profondità. È da capire in quale posizione possa essere sfruttato al meglio, è intelligente e preparato. La preseason ci servirà per conoscerlo meglio e per capire in quale posizione impiegarlo al meglio”.
IBRAHIMOVIC – “Sapete quello che penso di lui, l’ho sentito anche stamattina. Sta recuperando da un infortunio importante. Mi auguro di poter lavorare ancora con lui, perché è un campione in tutto. Sta parlando con il club per trattare sul nuovo accordo, se dovesse andare tutto bene lo aspetto il prima possibile. Poi servirà un po’ di tempo”.
LEAO – “Può ancora fare di più, è normale che sia così perché ha solo 23 anni. Potrà essere ancora più incisivo nella nostra fase offensiva, può spaccare le partite e lo può fare con più continuità con la qualità che ha”.
CHAMPIONS – “L’esperienza dell’anno scorso ci ha insegnato tanto. Non ci è mancato tanto per essere competitivi. Non possiamo pensare ad un Milan in grado di vincere la Champions; non mi piace parlare di budget, ma se Liverpool e City spendono 100 milioni solo per un giocatore è difficile competere. Sono sicuro che noi siamo cresciuti tanto. La nostra ambizione è essere competitivi anche in Europa; aspetteremo il sorteggio del 25 agosto. Pensare di vincere la Champions è un po’ prematuro”.
DYBALA E DE KETELAERE – “Stiamo parlando di due profili molto diversi. So che ho alle spalle dirigenti molto capaci che saranno in grandi di prendere le decisioni migliori per rinforzare la squadra. Se Dybala è compatibile col nostro gioco? Tutti i giocatori bravi e disponibili a lavorare di squadra possono essere utili per il Milan”.
MALDINI E MASSARA – “Con molta serenità, abbiamo continuato a lavorare e li ho visti sempre sereni e positivi. Il club ha sempre dimostrato compattezza e si va sempre di più in questa direzione”.
ROMAGNOLI E KESSIE – “Gli mando un caloroso abbraccio, hanno dato un contributo molto importante. Ho condiviso con loro un percorso importante, gli auguro il meglio per la loro carriera. Come sostituirli? Prima valutiamo chi c’è già, poi vedremo cosa fare eventualmente”.
PRONTI – “Sono sicuro che il 13 agosto saremo pronti. Poi da allenatore se mi dicono che domani saremo al completo sarei contento, ma so che non sarà così. Noi siamo aperti a tante cose, potremo anche cambiare in base al mercato, ma partiamo da una base molto solida. Dal 15 luglio avrò una squadra forte da allenare e io il 15 luglio potrei schierare una squadra forte in campionato”.
DIFESA A TRE – “Dobbiamo intanto sottolineare il rientro di Kjaer, è molto importante per noi. Anche per la sua presenza nello spogliatoio. Servirà un po’ di tempo ma Simon sta bene. La difesa a tre può essere anche una soluzione valida, cercheremo di studiarla un po’ in questi mesi”.
DIFENSORE – “Serve un mancino? Tomori è un destro ma preferisce giocare a sinistra. Io ero un destro, più scarso di Tomori, ma preferivo giocare a sinistra. Non è quindi un fattore determinante”.
SCUDETTO – “Ci sono 5-6 squadre che possono lottare per lo Scudetto. Noi siamo riusciti a creare una piccola magia e sinergia per trovare lo Scudetto. Non vedo l’ora che sia il 15 luglio per ritrovarla. Sarà importante mantenere lo spirito e la voglia di lavorare e di crescere, mettendo sempre la squadra come punto di riferimento e non il singolo. Noi non favoriti? Mi fa piacere, perché l’anno scorso ci davano 4-5°”.
ZIYECH – “Se può essere adatto come numero 10 che fa il 7? Non lo so (ride e anche in sala stampa i giornalisti ridono, ndr). Io so che Messias ha fatto un buon campionato e può fare anche meglio, ma sono valutazioni che faranno i dirigenti”.
ORIGI – “Le gerarchie con Giroud? Le gerarchie ci saranno, ma saranno partita per partita. È sempre stato il mio modo di allenare ed è anche la nostra forza. Non ho una squadra titolare in testa, dobbiamo avere 22 titolari. Abbiamo troppe partite per pensare che anche uno come Theo possa giocarle tutte. L’importante è avere due giocatori forti e anche con caratteristiche diverse, non conta chi parte avanti in agosto tra Origi e Giroud. Divock è intelligente, viene da un grande club, da lui mi aspetto tanto”.
LA SORPRESA – “Chi può sorprendere quest’anno? Mi aspetto tanto da Bennacer, penso che possa essere un centrocampista top su livelli alti”.
QUALITÀ – “Quale caratteristica dal mercato? Qualità. Perché ci è capitato di avere più difficoltà con le difese chiuse. In quelle partite una giocata individuale può servire”.
ROSA – “28 giocatori? No, sono troppi. I doppi ruoli sono molto importanti, ma averne troppi non possono aiutare nel nostro lavoro”.

Sperando che la notizia: Pioli: “Rispondo così su Dybala, Ziyech e De Ketelaere! Origi, Adli, Pobega, Leao, Ibra, Kjaer…”, sia stata di vostro gradimento, restiamo in attesa di un vostro commento tramite l’apposita sezione. Per maggiori informazioni o potenziali collaborazioni con il blog non dovete far altro che scrivere alla pagina contatti.

Alla prossima.

Fonte

Autore: Guglielmo Cannavale

Informativa

Il sito www.calciodirigore.com utilizza cookie tecnici e di terze parti per ottimizzare la navigazione e i servizi offerti, cliccando il pulsante accetta acconsenti all’utilizzo dei cookie. i cookie pubblicitari sono utilizzati per la personalizzazione degli annunci. Cliccando su “Accetta”, si acconsente all’uso di TUTTI i cookie presenti. Per informazioni sui cookie utilizzati in questo sito visita la nostra pagina cookie policy. Per informazioni in merito alla politica di privacy utilizzata da questo sito, visita la pagina privacy policy.

 

Il sito www.tiktokpills.com utilizza i cookie per fornire al visitatore l’esperienza più pertinente e funzionale possibile, ricordando le preferenze e le visite ripetute nel tempo. I cookie pubblicitari sono utilizzati per la personalizzazione degli annunci. Cliccando su “Accetta”, si acconsente all’uso di TUTTI i cookie. Tuttavia è possibile visitare le Impostazioni dei cookie per fornire un consenso controllato.