Il Tar dà accesso alla carta segreta che può cambiare il processo Juventus

Cari lettori di Calcio di Rigore bentrovati con una news del nostro blog specializzato sul mondo del calcio. L’articolo di oggi riguarda ancora l’inchiesta Prisma, ovvero il procedimento che la magistratura sportiva ha lanciato nei confronti della Juventus dalla quale la Vecchia Signora è uscita con le ossa rotte dopo la penalizzazione di -15 punti in classifica. Dopo avervi parlato delle frasi shock di Santoriello che hanno scatenato un putiferio sul web, oggi potrebbe esserci una svolta positiva per il club di Torino dato che Il Tar dà accesso alla carta segreta che può cambiare il processo Juventus. Di seguito i dettagli.

Il Tar dà accesso alla carta segreta che può cambiare il processo Juventus

Come è noto, lo scorso 20 gennaio la Corte Federale ha emesso, nei confronti della Juventus, una sentenza di penalizzazione di 15 punti in classifica. In tal senso, potrebbe registrarsi una clamorosa svolta nell’ambito del caso plusvalenze. Nella giornata odierna, infatti, il Tar del Lazio ha dato l’ok per accedere alla “carta segreta”, fino a questo momento rimasta inaccessibile.

All’interno del documento a cui il Tar ha dato il via libera, la Covisoc (Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche) segnala alla Procura Federale

“alcune fattispecie per le quali non è agevole apprezzare quali siano i criteri a cui si sono attenuti i contraenti allo scopo di pattuire il relativo prezzo”.

 

La risposta della Procura Federale

Nella nota, figura poi la risposta della Procura Federale

“che ha fornito indicazioni interpretative alla Covisoc ai fini dell’emanazione della nota, con cui la Commissione ha proceduto a una segnalazione in ordine alla valutazione degli effetti della cessione dei calciatori sui bilanci di alcune società professionistiche, ai fini dell’iscrizione ai rispettivi campionati”.

 

A quando risale la nota 10940

La nota 10940 risale al 14 aprile 2021, che andrebbe indicato come data di instaurazione del procedimento. Pertanto, stando ai tempi previsti dall’iter processuale (30 giorni per iscrivere la notizia sull’apposito registro e 60 per la durata delle indagini), gli atti di indagine successivi al 14 luglio 2021 risulterebbero inutilizzabili. In questa direzione, si registrerebbe dunque l’inammissibilità dell’azione disciplinare.

Ciò rappresenta una vera boccata d’aria per la Juventus F.C. che ad una sola settimana di tempo dalla presentazione del ricorso, resta in attesa della decisione sul caso plusvalenze, che anche in questo contesto spetterà al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni.

Conclusioni

Per qualsiasi informazione in merito al post: Il Tar dà accesso alla carta segreta che può cambiare il processo Juventus restiamo a disposizione per ulteriori aggiornamenti. Potete scriverci attraverso la pagina contatti o al seguente indirizzo email: info@calciodirigore.com

Vi consigliamo di seguirci su GOOGLE NEWS per restare sempre aggiornati sulle ultime novità di Football Manager!

Alla prossima

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.